Operating (and financial) outlook

I risultati raggiunti dal Gruppo ACEA nel 2014 sono superiori alle previsioni.

Nel settore ambiente, il posizionamento complessivo di ARIA, titolare, direttamente o per il tramite della controllata SAO, di importanti infrastrutture impiantistiche destinate alla produzione di energia elettrica dal recupero dei rifiuti, consente di valutare, in termini positivi, le prospettive aziendali, sia nel breve che nel medio periodo. Ciò anche in considerazione del potenziamento delle infrastrutture impiantistiche per il recupero energetico che il Gruppo intende eseguire presso l’impianto di termovalorizzazione di San Vittore in cui saranno avviati gli interventi già autorizzati dalla Regione Lazio. È infatti sempre critica la situazione in cui versa il territorio della Regione Lazio in relazione allo smaltimento dei rifiuti resa particolarmente evidente dalla gestione commissariale introdotta, in forza di quanto previsto dall’art. 1 commi 358 e 359 della L. 228/2012, con il decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Mare del 3 gennaio 2013, concernente la situazione di grave criticità nella gestione dei rifiuti urbani nella Provincia di Roma. In tale contesto sono stati infatti previsti nel Piano Industriale nuovi investimenti volti a potenziare ulteriormente sia la propria capacità di produzione di Cdr e termovalorizzazione che di compostaggio con l’obiettivo di diventare il terzo operatore nazionale nel settore del trattamento industriale dei rifiuti. Con riferimento al sequestro dell’impianto di Kyklos, in conseguenza dell’incidente mortale avvenuto il 28 luglio, verranno poste in essere tutte le azioni utili a garantire la ripresa delle attività nel corso del 2015.

Nel settore della generazione elettrica, saranno avviati interventi strutturali di risanamento nella centrale di Castel Madama (assestamento delle gallerie di adduzione) così come proseguiranno i progetti industriali in corso con particolare riferimento all’estensione della rete del teleriscaldamento; tale progetto ha una durata di almeno tre anni e servirà il nuovo comprensorio di Torrino-Mezzocammino nella zona sud di Roma. Inoltre, al fine di rendere maggiormente efficiente la produzione degli impianti di Tor di Valle si prevede di completare l’attività di pianificazione, progettazione e gestione dell’iter autorizzativo del progetto di ammodernamento del sito nonché avviarne la fase realizzativa.

Nel settore dei servizi idrici obiettivo prioritario è l’attuazione delle azioni necess

The ACEA Group’s results for 2014 are better than expected.

In the environment sector, the overall positioning of ARIA, the owner, either directly or through its subsidiary SAO, of important plant infrastructures intended for the generation of electric power from the recovery of waste, makes it possible to positively assess the short and medium-term business outlook. This is also in consideration of the development of the energy recovery plant infrastructures which the Group intends to perform at the San Vittore waste-to-energy plant where the interventions already authorised by the Lazio Regional Authority will be implemented. The waste disposal situation of the Lazio Regional territory remains critical, made particularly evident by the establishment, pursuant to the provisions of art. 1, paragraphs 358 and 359 of Law 228/2012, of an administration under a government-appointed Commissioner, introduced by decree of the Ministry of Environment, Land and Sea of 3 January 2013, concerning the critical situation in the management of municipal waste in the Province of Rome. In this context, the Industrial Plan contains new investments to further increase RDF and waste-to-energy output capacity and composting capacity in order to become the country’s third largest national operator in the area of industrial waste treatment. With reference to the seizure of the Kyklos plant as a result of the fatal accident on 28 July, all actions useful in resuming business activity in 2015 will be carried out.

In the electricity generation sector structural work will be done to repair the Castel Madama power station (settling of the feeder tunnels), and current industrial projects will continue, with particular reference to the extension of the district heating network, where work will continue for at least 3 years, serving the Torrino-Mezzocammino district in the south of Rome. Furthermore, to increase the production efficiency of the Tor di Valle plants, the planning, design and management of the authorisation procedure for the modernisation of the site will be completed so work can start.

In the water services segment, the primary goal will be to implement the actions necessary to keep working capital under control. AS part of the ACEA 2.0 project, the first two industrial segments to be “digitalised” will be water network management in Rome and Frosinone, starting with the selection of suppliers, who will be obliged to adopt the new digital work method.

As regards the networks sector, AEEGSI Resolution No. 157/2012 of 26 April that approved the ACEA Distribuzione reference tariff eliminated uncertainty arising from the provisional tariff. Even so, some uncertainty remains, associated with the still undefined equalisation items related to the third regulatory period. To these regulatory uncertainties one should add the difficulties in the operating environment that affect the ability to comply with technical and managerial standards. The main actions to be taken, in fact, shall continue to focus on capital expenditure, processes and organization. In this respect, the electricity distribution process in Rome (just as the water networks of Rome and Frosinone) will be “digitalised”.

In the electricity trade market, there will be all the more focus on the careful selection of customers, with particular reference to solvency, continuing to grow in terms of commercial expansion in the mass market with the aim of acquiring domestic and small business customers.

A goal that vendors have all but reached is to implement all the necessary measures aimed at constantly improving the billing and sales process in order to limit the growth of working capital and help curb the Group's debt.

The ACEA Group will continue to rationalise and streamline operating processes in all business and corporate areas. These goals will be pursued in part through the wholesale development of information systems, with special reference to billing and the introduction of workforce management.

The ACEA Group's financial structure is solid for years to come, as the entire debt is characterised at 31 December by long-term maturities with an average lifespan of about 7.6 years. 64.2% of debt is fixed rate in order to ensure protection against any increases in interest rates as well as any financial or credit volatility.

As of today, ACEA has committed and uncommitted credit lines totalling approximately 1.1 billion, of which 300 million euros maturing after 2015.

The long-term ratings assigned to ACEA by the main international rating agencies are as follows:

  • Standard & Poor’s: “BBB-”;
  • Fitch “BBB+”;
  • Moody’s “Baa2”.

arie al contenimento del circolante. Nell’ambito del progetto Acea 2.0 la gestione delle reti idriche a Roma e Frosinone saranno le prime ad essere interessate dal processo di digitalizzazione, a partire dalla selezione dei fornitori, che dovranno obbligatoriamente adottare la nuova metodologia di lavoro digitale.

Nel settore delle reti, la delibera 157/2012 dell’AEEGSI del 26 Aprile ha approvato la tariffa di riferimento di ACEA Distribuzione, eliminando l’incertezza derivante dalla provvisorietà della tariffa pur persistendo alcuni elementi di indeterminatezza legati alla mancata definizione di partite perequative correlate al terzo ciclo regolatorio. Alle incertezze regolatorie, si aggiungono le difficoltà di contesto operativo per il mantenimento del livello degli indicatori tecnico gestionali Le azioni principali da intraprendere, infatti, continueranno a riguardare, come nel recente passato, gli investimenti, i processi e l’organizzazione. In questa ottica la distribuzione di energia elettrica a Roma (così come le reti idriche di Roma e Frosinone) sarà interessata dal processo di digitalizzazione. 

Nell’ambito del mercato della vendita di energia elettrica sarà sempre più intenso l’impegno nella accurata selezione dei clienti con particolare riferimento alla solvibilità continuando un percorso di crescita commerciale in termini di espansione nel settore mass market finalizzato all’acquisizione di clienti domestici e small business.

Obiettivo ormai consolidato delle società di vendita è quello di porre in essere tutte le azioni volte al continuo e costante miglioramento del processo di fatturazione e vendita al fine di contenere la crescita del circolante e contribuire alla riduzione dell’indebitamento del Gruppo.

Il Gruppo ACEA continuerà ad impegnarsi in un’opera di razionalizzazione ed efficientamento dei processi operativi di tutte le aree di business e di quelli corporate. Tali obiettivi verranno perseguiti anche attraverso un importante sviluppo dei sistemi informativi con particolare riguardo a quelli di billing nonché all’introduzione del work force management.

La struttura finanziaria del Gruppo ACEA risulta solida per gli anni futuri, in quanto l’intera posizione debitoria alla data del 31 dicembre risulta posizionata sul lungo termine con una vita media di circa 7,6 anni. Il debito è regolato per il 64,2% a tasso fisso in modo da garantire la protezione da eventuali rialzi dei tassi di interesse nonché da eventuali volatilità finanziarie o creditizie.

ACEA dispone alla data odierna di linee di credito committed e uncommitted per circa € 1,1 miliardi di cui aventi scadenza oltre il 2015 per € 300 milioni.

I Rating assegnati ad ACEA sul lungo termine dalle tre principali Agenzie di Rating Internazionali sono i seguenti:

  • Standard & Poor’s: “BBB-”;
  • Fitch “BBB+”;
  • Moody’s “Baa2”.