Dati operativi e risultati economici e patrimoniali del periodo

Dati operativiU.M.20142013 RestatedVariazioneVar. %
Conferimenti a WTE kTon 342 292 50 17,0%
Conferimenti a impianto produzione CDR kTon 0 20  (20) (100,0%)
Energia Elettrica ceduta GWh 249 222 26 11,9%
Rifiuti Ingresso impianti Orvieto kTon 95 120 (25) (21,0%)
Rifiuti Recuperati/Smaltiti kTon 337 298 39 13,0%
Risultati economici e patrimoniali (€ milioni)20142013 RestatedVariazioneVar. %
Ricavi 128,6 115,0 13,6 11,8%
Costi 74,1 66,6 7,5 11,3%
Margine operativo lordo 54,5 48,4 6,1 12,6%
Risultato operativo 28,2 20,2 8,0 39,6%
Dipendenti medi (n.) 216 212 4 1,9%
Investimenti 13,3 12,1 1,2 9,9%
Indebitamento finanziario netto 179,6 184,6 (5,0) (2,7%)

L’Area chiude l’esercizio 2014 con un livello di EBITDA pari a € 54,5 milioni, in aumento rispetto al 2013 per complessivi € 6,1 milioni principalmente per effetto dei migliori risultati registrati in ARIA (+ € 7,4 milioni) con particolare riferimento all’impianto di Terni in conseguenza della maggiore operatività post revamping e all’impianto di San Vittore per i volumi trattati. Il Gruppo Aquaser fa registrare un minor margine operativo lordo per € 1,6 milioni principalmente dovuto a Kyklos a seguito del sequestro dell’impianto avvenuto a fine luglio in conseguenza di un incidente mortale occorso a due operai di una società appaltatrice.

L’organico medio al 31 dicembre 2014 si attesta a 216 unità e risulta in aumento di 4 unità rispetto allo scorso esercizio. Contribuiscono all’incremento Aquaser (+ 2 risorse) e ARIA (+ 2 risorse).

Gli investimenti dell’Area si attestano a € 13,3 milioni e risultano sostanzialmente in linea con quelli dello scorso esercizio.

L’indebitamento finanziario dell’Area si attesta a € 179,6 milioni e decresce di € 5,0 milioni rispetto alla fine dell’esercizio 2013. La variazione è essenzialmente attribuibile al Gruppo Aquaser (- € 4,2 milioni), per effetto dei maggiori incassi a cui si aggiunge un miglioramento anche delle società ARIA e SAO che riducono l’indebitamento di ulteriori € 0,9 milioni.