Dati operativi e risultati economici e patrimoniali del periodo

Dati operativiU.M.20142013 RestatedVariazioneVar. %
Energia Prodotta GWh 498 500 (2) (0,4%)
Energia Elettrica venduta Libero GWh 7.887 9.382 (1.495) (15,9%)
Energia Elettrica venduta Tutela GWh 3.000 3.234 (234) (7,2%)
Energia Elettrica Nr. Clienti Libero (P.O.D.) N/000 347 301 46 15,4%
Energia Elettrica Nr. Clienti Tutela (P.O.D.) N/000 1.023 1.072 (48) (4,5%)
Gas Venduto Msm3 103 100 4 3,9%
Gas Nr. Clienti Libero N/000 155 99 56 56,7%
 
Risultati economici e patrimoniali (€ milioni)20142013 RestatedVariazioneVar. %
Ricavi 2.073,7 3.164,7 (1.091,0) (34,5%)
Costi 1.962,0 3.073,0 (1.111,0) (36,2%)
Margine operativo lordo 111,7 91,7 20,0 21,8%
Risultato operativo 4,4 2,6 1,8 69,2%
Dipendenti medi (n.) 532 546 (14) (2,6%)
Investimenti 19,7 11,4 8,3 72,8%
Indebitamento finanziario netto 356,1 302,6 53,5 17,7%

L’Area chiude l’esercizio 2014 con un livello di EBITDA pari a € 111,7 milioni, in crescita, rispetto all’esercizio precedente, di € 20,0 milioni.

La variazione positiva è il risultato di effetti contrapposti; in particolare:

  • l’attività di generazione, svolta da Acea Produzione, registra un decremento di € 3,6 milioni, in conseguenza di una diminuzione del margine energia (- € 3,6 milioni) per effetto della riduzione dei prezzi (pur in presenza di maggiori quantità prodotte di energia per la maggiore idraulicità) a cui si accompagna una sostanziale linearità rispetto all’esercizio 2013 degli altri costi (+ € 0,1 milioni),
  • il settore della vendita chiude l’esercizio 2014 con un valore di EBITDA pari a € 77,8 milioni, contro € 54,2 milioni dell’esercizio 2013; la variazione registrata discende dal miglior margine energia conseguito (+ € 15,6 milioni), parzialmente compensato dall’incremento dei costi esterni sostenuti da Acea Energia (+ € 2,8 milioni). Con riferimento al margine energia si segnala che i) il margine relativo al servizio della Maggior Tutela è pari a € 49,1 milioni e risulta in crescita rispetto al 2013 (+ € 14,4 milioni rispetto al 2013) per effetto principalmente della revisione della tariffa di commercializzazione energia (RCV), prevista dalle Delibere 637/2013 e 136/2014 e da ultimo dalla Delibera 670/2014 dell’AEEGSI, che ha istituito due meccanismi di compensazione (morosità e morosità dei prelievi fraudolenti), cui possono accedere gli esercenti la maggior tutela che abbiano messo in atto azioni di gestione e di recupero del credito efficienti ed ulteriori rispetto alla sola procedura di sospensione del punto di prelievo moroso; ii) il margine relativo al mercato Libero è pari a € 77,0 milioni e mostra una crescita di € 12,4 milioni rispetto al 2013 dovuta al segmento mass market parzialmente compensata dai minori margini del segmento B2B (minori volumi), nonché dal premio derivante dall’attività di ottimizzazione dei flussi energetici, che risulta influenzato positivamente dalla sentenza del TAR Lombardia del 24 giugno 2014, che ha annullato le Delibere dell’AEEGSI n. 342/2012, 239/2013, 285/2013 e 197/2013 in tema di disciplina degli sbilanciamenti; iii) il margine relativo alla vendita del Gas risulta pari a € 10,5 milioni e presenta un significativo incremento rispetto al 2013 (+18,6%) principalmente legato alla migliore marginalità unitaria.

Con riferimento all’organico la consistenza media al 31 dicembre 2014 si è attestata a 532 unità inferiore di 14 unità rispetto al precedente esercizio ed è l’effetto di una diminuzione di risorse in Acea800 (- 23 unità) a cui si contrappone un aumento in Acea Energia (+ 8 unità).

Gli investimenti dell’Area si attestano a € 19,7 milioni ed aumentano di € 8,3 milioni essenzialmente per effetto degli investimenti sostenuti da Ecogena (+ € 5,4 milioni).

L’indebitamento finanziario netto a fine 2014 si attesta a € 356,1 milioni ed aumenta, rispetto alla fine del 2013, di € 53,5 milioni. La variazione in aumento è attribuibile al settore della vendita (€ 59,3 milioni) essenzialmente per effetto dell’aumento del capitale circolante netto, dovuto principalmente al recupero di fatturazione, che ha determinato un maggiore fabbisogno finanziario dando luogo ad un peggioramento della posizione finanziaria netta. La variazione in diminuzione è riferita al settore della produzione (- € 5,8 milioni) prevalentemente in conseguenza del minor indebitamento prodotto da Acea Produzione (- € 14,0 milioni) parzialmente compensato dal maggior indebitamento riferito ad Ecogena per € 8,2 milioni che nel 2013 era consolidata con il metodo del patrimonio netto.