1. Ricavi delle vendite e prestazioni – € 2.931.592 mila

1. Ricavi delle vendite e prestazioni – € 2.931.592 mila

Tale voce presenta un decremento complessivo di € 271.978 mila (- 8,5%) rispetto al 31 dicembre 2013 che chiudeva con l’ammontare di € 3.203.569 mila.

 

Tale voce è composta come riportato nella tabella che segue.

 

€ migliaia31.12.201431.12.2013 RestatedVariazioneVariazione %
Ricavi da vendita e prestazioni di energia elettrica 2.101.452 2.417.094 (315.643) (13,1%)
Ricavi da vendita gas 59.015 63.780 (4.765) (7,5%)
Ricavi da vendita certificati e diritti 21.633 16.373 5.261 32,1%
Ricavi da Servizio Idrico Integrato 580.374 535.988 44.385 8,3%
Ricavi da gestioni idriche estero 7.707 10.409 (2.702) (26,0%)
Ricavi da conferimento rifiuti e gestione discarica 39.419 36.382 3.037 8,3%
Ricavi da prestazioni a clienti 93.516 95.011 (1.495) (1,6%)
Contributi di allacciamento 28.476 28.531 (55) (0,2%)
Ricavi da vendite e prestazioni 2.931.592 3.203.569 (271.978) (8,5%)
 

Ricavi da vendita e prestazioni di energia elettrica

Ammontano a € 2.101.452 mila e, al netto delle elisioni infragruppo, sono essenzialmente composti come di seguito indicato:

 

€ migliaia  31.12.201431.12.2013 RestatedVariazioneVariazione %
Generazione di energia elettrica e calore 38.357 45.189 (6.832) (15,1%)
Vendita di energia elettrica 1.613.799 1.911.630 (297.831) (15,6%)
Attività di trasporto e misura dell’energia 403.799 414.078 (10.279) (2,5%)
Cessione energia da WTE 42.387 45.041 (2.654) (5,9%)
Energia da impianti fotovoltaici 556 1.156 (601) (52,0%)
Cogenerazione 2.554 0 2.554 100,0%
Totale Ricavi da vendita e prestazioni di energia elettrica 2.101.452 2.417.094 (315.643) (13,1%)
   

Le principali variazioni riguardano:

La diminuzione dei ricavi da attività di generazione di energia elettrica e calore pari a € 6.832 mila discende prevalentemente dal teleriscaldamento a seguito della flessione dei prezzi di mercato inferiori ai minimi attesi, che ha determinato la sospensione della produzione della sezione a ciclo combinato della centrale Tor di Valle, oltre che alle minori quantità di calore prodotte (73,1 GWht nel 2014 contro 76,6 GWht del 2013). Si segnala che, nel corso dell’anno, Acea Produzione ha realizzato, tramite gli impianti direttamente posseduti, un volume di produzione pari a 498,1 GWh (+ 2,2 GWh rispetto all’anno 2013),

la riduzione dei ricavi derivanti dall’attività di vendita dell’energia di € 297.831 mila è diretta conseguenza della riduzione delle vendite di energia elettrica sia nel servizio della Maggior Tutela (-7,2%) sia nel servizio del Mercato Libero (-15,9%). La vendita di energia elettrica sul servizio della Maggior Tutela è stata pari a 3.000 GWh. Il numero dei punti di prelievo è pari a 1.023.316 unità (erano 1.071.557 al 31 dicembre 2013): la riduzione è connessa all’apertura del mercato conseguente l’ormai completato processo di liberalizzazione del settore. La vendita di energia elettrica sul mercato libero è stata pari a 7.887 GWh per 346.908 punti di prelievo rilevati al 31 dicembre 2014 (al 31 dicembre 2013 erano 301.276),

i ricavi da attività di trasporto e misura dell’energia destinata ai mercati tutelato e libero diminuiscono di € 10.279 mila. Tali minori ricavi sono generati principalmente dall’effetto del diverso valore dei parametri tariffari nonché dall’effetto combinato della minore energia immessa in rete e della riduzione delle consistenze. L’ammontare di perequazione generale risulta sostanzialmente in linea con l’esercizio 2013 (+ € 527 mila) mentre, con riferimento ai mercati serviti, si informa che, per quanto riguarda il mercato libero, si registra una diminuzione delle quantità distribuite dello 0,53% essendo passate dai 7.410 GWh del 31 dicembre 2013 agli attuali 7.371 GWh; si segnala, inoltre, che il numero medio dei clienti liberi è aumentato di 31.104 unità rispetto al precedente esercizio. L’energia distribuita ai clienti del mercato tutelato (2.923 GWh) si riduce, invece, del 13,37% rispetto al precedente esercizio. L’ammontare dei recuperi delle perequazioni degli anni precedenti il 2014, evidenzia maggiori ricavi per € 14.692 mila.

 

Ricavi da vendita gas

Ammontano a € 59.015 mila e registrano un decremento di € 4.765 mila rispetto al 31 dicembre 2013 principalmente per effetto della diminuzione delle quantità vendute da Umbria Energy. Acea Energia ha venduto 103,5 milioni di smc di gas a clienti finali e grossisti (comprese JV di vendita) che hanno riguardato 154.601 punti di riconsegna (erano 98.676 punti al 31 dicembre 2013).

 

Ricavi da vendita certificati e diritti

Ammontano a € 21.633 mila e registrano un incremento di € 5.261 mila rispetto allo scorso esercizio. La voce include l’iscrizione dei ricavi per certificati verdi: (i) di Acea Produzione (€ 16.895 mila) maturati in relazione all’energia prodotta dalla centrale di Salisano e da quella di Orte in seguito agli interventi di repowering completati nel 2012 e (ii) di A.R.I.A. (€ 4.191 mila) derivanti da un sistema di incentivazione da fonti rinnovabili per € 4.103 mila dall’impianto WTE di Terni e per € 88 mila dall’impianto WTE di San Vittore del Lazio

Di seguito si evidenzia il dettaglio per natura:

 

€ migliaia31.12.201431.12.2013 RestatedVariazioneVariazione %
Certificati verdi 21.585 16.237 5.349 32,9%
Diritti Co2 48 136 (88) (64,6%)
Totale 21.633 16.373 5.261 32,1%
       

Ricavi da Servizio Idrico Integrato

Come anticipato nell’apposito paragrafo a cui si rimanda per maggiori e più dettagliate spiegazioni, sono prodotti quasi esclusivamente dalle Società che gestiscono il servizio nel Lazio ed in misura ridotta da quelle della Campania.

Tali proventi ammontano complessivamente a € 580.374 mila e risultano aumentati di € 44.385 mila (+ 8,3%) rispetto al precedente esercizio (erano € 535.988 mila).

Nel seguito vengono fornite informazioni di dettaglio relativamente alla composizione per società:

 

€ migliaia31.12.201431.12.2013 RestatedVariazioneVariazione %
ACEA Ato2 504.006 471.497 32.509 6,9%
ACEA Ato5 64.826 54.129 697 19,8%
Gesesa 7.701 6.569 1.131 17,2%
Crea Gestioni 3.841 3.793 48 1,3%
Ricavi da Servizio Idrico Integrato 580.374 535.988 44.385 8,3%
 

L’incremento deriva principalmente dall’aggiornamento delle tariffe 2014 di ACEA Ato2 e ACEA Ato5. La quantificazione del VRG (Vincolo ai Ricavi Garantiti) di ACEA Ato2 è avvenuta sulla base delle deliberazione 25 settembre 2014 dell’AEEGSI che ha approvato le tariffe 2014-2015 proposte dalla Conferenza dei Sindaci dell’ATO2 Lazio Centrale – Roma. Tale variazione positiva è dovuta anche ai conguagli delle cd. partite passanti ovvero il riconoscimento in tariffa di alcune tipologie di costi dell’esercizio 2012 e 2013. In particolare per ACEA Ato2, tali conguagli contribuiscono alla crescita dei ricavi del periodo per € 23,5 milioni e comprendono la copertura dei costi sostenuti per fronteggiare l’emergenza ambientale e altre componenti di costo (i.e. energia elettrica e oneri locali) oltre all’inflazione prevista dalla regolazione vigente.

 

Ricavi da gestioni idriche all’estero

Ammontano a € 7.707 mila e risultano diminuiti di € 2.702 mila rispetto al precedente esercizio (€ 10.409 mila). La variazione deriva essenzialmente dalle minori attività svolte da Aguazul Bogotà.

 

Ricavi da conferimento rifiuti e gestione discarica

Ammontano a € 39.419 mila e risultano aumentati di € 3.037 mila rispetto al precedente esercizio (€ 36.382 mila).

Di seguito la composizione per società:

 

€ migliaia 31.12.2014 31.12.2013 Restated Variazione
A.R.I.A. 22.015 17.535 4.480
SAO 9.328 9.959 (632)
Kyklos 3.130 4.700 (1.569)
Aquaser 3.528 3.631 (103)
Solemme 200 239 (39)
Samace 918 78 840
Innovazione e sostenibilità ambientale 300 240 60
Ricavi da conferimento rifiuti e gestione discarica 39.419 36.382 3.037
 

L’andamento del 2014 è caratterizzato dall’aumento sia delle quantità conferite in particolare da agricoltura e compostaggio che dal prezzo medio.

 

Ricavi da prestazioni a clienti

Ammontano a € 93.516 mila (€ 95.011 mila al 31 dicembre 2013) e decrescono di € 1.495 mila.

 

Tale tipologia di ricavo è così composta:

 

€ migliaia31.12.201431.12.2013 RestatedVariazioneVariazione %
Illuminazione Pubblica Roma 60.139 53.285 6.854 12,9%
Illuminazione Pubblica Napoli 7.572 7.776 (203) (2,6%)
Lavori a terzi 11.337 16.893 (5.556) (32,9%)
Prestazioni infragruppo 6.947 7.810 (863) (11,0%)
Fotovoltaico 393 1.853 (1.460) (78,8%)
Ricavi GIP 7.127 7.394 (268) (3,6%)
Ricavi da prestazioni a clienti 93.516 95.011 (1.495) (1,6%)
 

La variazione in diminuzione risulta dall’effetto combinato: i) di un aumento dei ricavi per Illuminazione Pubblica verso Roma Capitale (+ € 6.854 mila) in conseguenza, del riconoscimento degli oneri di progettazione, direzione lavori e assistenza archeologica, nella misura del 10% in aggiunta al corrispettivo stabilito per le realizzazioni effettuate negli esercizi 2011, 2012 e 2013, in ossequio a quanto previsto dall’addendum al contratto di servizio stipulato nel 2011 (pari a € 3.551 mila) e delle maggiori attività di progettazione e realizzazione di nuovi impianti svolte nel corso dell’esercizio (per € 3.307 mila), ii) di una diminuzione delle prestazioni rese verso le società del Gruppo (- € 863 mila), iii) di una diminuzione dei ricavi da lavori effettuati su richiesta di terzi per € 5.556 mila conseguiti prevalentemente sulla base di specifiche Convenzioni stipulate con lottizzatori di nuove aree da urbanizzare e iv) di minori proventi conseguiti da ARSE per l’attività di commercializzazione e di installazione conto terzi di pannelli fotovoltaici (- € 1.460 mila).

 

Con rifermento alla composizione di tale voce per Area Industriale si veda la tabella che segue:

 

€ migliaia31.12.201431.12.2013 RestatedVariazioneVariazione %
Ambiente 532 1.465 (933) (63,7%)
Energia 876 4.081 (3.205) (78,5%)
Idrico 10.863 12.227 (1.364) (11,2%)
Reti 12.279 13.795 (1.516) (11,0%)
Capogruppo 68.965 63.443 5.522 8,7%
Ricavi da prestazioni a clienti 93.516 95.011 (1.495) (1,6%)
 

Contributi di allacciamento

Ammontano a € 28.476 mila e risultano sostanzialmente in linea con lo scorso esercizio (- € 55 mila rispetto al 2013). Sono conseguiti come segue:

  • Area Energia: € 17.119 mila (- € 921 mila),
  • Area Idrico: € 4.150 mila (- € 112 mila),
  • Area Reti: € 7.206 mila (+ € 977 mila).