16. Concessioni e diritti sull’infrastruttura - € 1.398.571 mila

Tale voce si riferisce prevalentemente alle Gestioni Idriche ed include sostanzialmente:

  • il valore netto contabile delle infrastrutture materiali acquisite e realizzate per la gestione del Servizio Idrico Integrato (per € 1.222.352 mila al 31 dicembre 2014). Tale voce ammontava a € 1.126.968 mila alla fine del 2013,
  • le concessioni acquisite a titolo oneroso per € 172.766 mila: trattasi del diritto, conferito da Roma Capitale ad ACEA (e da questa successivamente trasferito tramite conferimento ad ACEA Ato2), per la concessione d’uso dei beni idrici e della depurazione: tale asset immateriale sono ammortizzati sistematicamente sulla base della durata della concessione di riferimento (pari a 30 anni a partire dall’esercizio 1998),

il valore netto contabile di quanto attribuito alla voce in commento in conseguenza dell’acquisizione di SAO: anche tale asset (€ 2.911 mila) è ammortizzato sistematicamente sulla base delle convenzioni stipulate con gli Enti competenti.

Gli investimenti dell’esercizio relativi ai Diritti sull’Infrastruttura sono pari ad € 146.031 mila e si riferiscono principalmente ai lavori eseguiti per la bonifica e l’ampliamento delle condotte idriche e fognarie dei vari comuni, alla manutenzione straordinaria dei centri idrici ed agli interventi sui depuratori, ai nuovi allacci in conseguenza dell’effettuazione di interventi nel territorio del comune di Roma e dei diversi Comuni, nonché per interventi sugli impianti di trasporto.

La voce accoglie, inoltre, per € 4.329 mila il valore dei cespiti proventi dall’acquisizione del ramo d’azienda della società Acque Potabili S.p.A. da parte di ACEA Ato2.

Tale acquisizione è avvenuta in data 29 dicembre 2014 con la sottoscrizione di un Accordo Quadro tra ACEA Ato2 S.p.A., Acque Potabili S.p.A., i Comuni di Canterano, Capranica Prenestina, Gerano, Olevano Romano, Rocca Canterano e Rocca di Papa e la Segreteria Operativa della Conferenza dei Sindaci dell’ATO 2 Lazio Centrale – Roma per il trasferimento della gestione del Servizio idrico integrato nei Comuni sopra richiamati mediante sottoscrizione di contratto di cessione di ramo di azienda (da Acque Potabili ad ACEA ATO2 sottoscritto in data 29 dicembre 2014), ai sensi di quanto previsto dalle Deliberazioni della Conferenza dei Sindaci n. 02/2007 e n. 03/2009 e Comunicazione del 10 luglio 2014. Conseguentemente il Servizio si intende affidato dai Comuni ad ACEA ATO2 in qualità di gestore del SII dell’ATO 2 Lazio Centrale – Roma secondo i termini, le condizioni e la durata della Convenzione di gestione del 2002.

La voce Altri Movimenti comprende la diminuzione per € 13.880 mila per effetto delle decisioni assunte dalla Conferenza dei Sindaci nella seduta del 10 luglio in merito alle tariffe per il 2014 che prevedono l’adempimento anticipato degli obblighi a carico di ACEA Ato2 derivanti dalla delibera 7 del 17 aprile 2012. Si ricorda infatti che tale delibera prevedeva che, in luogo della penalità MALL, il Gestore avrebbe assunto l’obbligazione di effettuare in futuro investimenti a proprio carico per l’importo di € 3.470 mila per un periodo di sei anni. La riduzione delle immobilizzazioni ha comportato l’annullamento del Fondo Impegni da convenzione all’uopo costituito nel 2012. Per maggiori dettagli si rinvia alla nota 27 “Fondo rischi ed oneri”.